Associazione "Umanità Solidale Glocal" - ONLUS   

Codice Fiscale: 91088090724

 
   
   

Home
Iniziative
Progetti
L'Associazione
Chi siamo
Link di interesse
Contatti

Umanità Solidale Glocal
Via Regina Elena 29
70010 Turi (BA)

 

Iniziative 

bullet

23 Agosto 2012 GIORNATA DEI MIGRANTI E DELL'INTERCULTURALITA'

bullet

22-23 Agosto 2011 GIORNATA DELLE MIGRAZIONI - POPOLI IN CAMMINO

bullet

24 Marzo 2011 LA DONNA NELLA MIGRAZIONE: CONFERENZA IN BIBLIOTECA

bullet

Dicembre 2010 ‘LA TOMBOLA DEGLI AFFETTI’: IL GIOCO DELLA MATERNA

bullet

Settembre 2009 GASTRONOMIA DELLA GEORGIA - I SAPORI DELLA TRADIZIONE


 

Articolo di Turiweb

Giovedì sera le strade del centro storico si sono affollate di gente che ha preso parte ai vari eventi in programmazione. Un incontro di grande spessore e interesse si  svolto in piazza Gonnelli in occasione della "Giornata dei migranti e dell'interculturalità", che ha visto presenti le autorità locali, tra cui il Sindaco, Prof. Onofrio Resta , il Consigliere alla Cultura, Antonio Tateo e l'Assessore ai Servizi Sociali, Dott.ssa Mariangela Volpicella.

Sono intervenuti alla conversazione Domenico Coppi, presidente dell'Associazione Turesi nel Mondo e Antonio Coletta dell'Associazione Umanità Solidale Glocal, i quali hanno posto in evidenza i dati delle emigrazioni dei turesi nel mondo ed  in particolar modo in Lussemburgo. Il dato piùù interessante è stato quello relativo al numero di persone che hanno deciso di mantenere la doppia cittadinanza, segno inconfutabile di un legame fortissimo con la propria terra.

Ospiti dell'incontro, immigrati ed emigrati che hanno presentato le loro "Storie incrociate", evidenziando i problemi e le difficoltà che hanno affrontato, ma le soddisfazioni e il successo che con tanti impegni e sacrifici sono arrivati ad ottenere. Tra i turesi che hanno deciso di intraprendere la propria carriera lavorativa all'estero e che hanno riportato la propria testimonianza ci sono stati: Pietro Schettini, Francesco Maselli e Vito Lotito; tra gli stranieri che invece  si sino affermati a Turi invece,  stato presente Adem Shahini.

 

Giornata delle migrazioni 2011 - Popoli in cammino

Turi 22-23 agosto 2011

Lettera di ringraziamento della CARITAS

 

LA DONNA NELLA MIGRAZIONE: CONFERENZA IN BIBLIOTECA

da Turiweb di Cinzia Debiase

migrazioni1

migrazioni3

La sala convegni della biblioteca comunale è stata scenario, nella serata del 24 marzo, di un tuffo nel passato per conoscere, scoprire ed offrire una fotografia di quello che è stato “Il ruolo della donna nelle Migrazioni”.

Riuniti in conferenza e moderati dal Presidente dell’Ass. Turesi nel Mondo, Domenico Coppi, il Vice Presidente del Consiglio Regionale dei Pugliesi nel Mondo e FILEF, Domenico Rodolfo e la Responsabile dell’ufficio regionale sull’immigrazione, Tiziana Di Cosmo, alla presenza del sindaco di Turi, Vincenzo Gigantelli, hanno offerto uno spaccato del fenomeno migratorio che fino ad ora sembra aver avuto poco spazio nelle pagine della storia contemporanea: il ruolo che hanno rivestito le donne durante la migrazione.

Le statistiche sui flussi migratori dei primi del ‘900 ci dicono che su 14 milioni di espatri, le donne rappresentarono una percentuale che varia dal 20 al 40 % delle partenze, a seconda delle fasi storiche e delle necessità contingenti.

Le donne che vissero in prima persona l’esperienza migratoria, spesso andarono incontro a una vita non molto dissimile a quella che avevano lasciato in patria: la maggior parte di loro continuò a rivestire il solito ruolo di madre, di moglie, di amante. Fenomeni di emancipazione furono ottenuti grazie al lavoro svolto al di fuori del nucleo familiare: le donne che non si industriavano in casa per fabbricare fiori di carta, capi di abbigliamento o come “bordanti” (donne che affittavano camere a connazionali), erano impegnate in fabbrica dove, durante turni massacranti, erano sfruttate e private dei più elementari diritti sindacali.

migrazioni2

Tra i fattori che, già secondo i contemporanei, diedero l’impulso decisivo alla migrazione di fine ‘800 e inizi ‘900, vi fu sicuramente la crisi agraria che colpì l’Europa, e l’Italia in particolare, a  cavallo dei due secoli. A questo si aggiunge quello di un sensibile aumento della pressione fiscale, che lo Stato unitario esercitò sulla società italiana per finanziare lo sviluppo economico e industriale del paese, e quello che vede, sempre in questi anni, la trasformazione generale del tessuto sociale che da un’impronta marcatamente rurale si avvia a divenire, in importanti fasce di popolazione, una società urbana alle prese con le prime forme di capitalismo.

All’inizio della conferenza è stato proiettato il film documento “Donne in emigrazione” del regista Mario Tani e sceneggiato da Domenico Rodolfo. Protagoniste donne pugliesi che hanno lasciato la terra natia in cerca di fortuna. Storie differenti per un unico racconto di emozioni sull’emigrazione italiana. Le protagoniste di questo documentario sono le donne, i loro volti, i loro gesti, le loro voci, a raccontare la loro storia emotiva e personale che è la storia che le accomuna tutte. A parlare sono le donne e le protagoniste, che, immerse nelle loro storie, catturano lo spettatore.

Ma non è solo il documentario a lasciare aperta la mente ai racconti sulla migrazione femminile.

Con l’Ass. Umanità Solidale Glocal il pubblico ha potuto accogliere ed applaudire l’esperienza di donne, immigrate nella nostra provincia, portatrici della propria cultura in un territorio estraneo. Difficoltà culturali, ideologiche e sociali, arginate con l’impegno, la dedizione e la voglia di fare propria la nuova terra.

 

da "IL Paese" - Aprile 2011

 

 

‘LA TOMBOLA DEGLI AFFETTI’: IL GIOCO DELLA MATERNA

tombola_materna_1

da Turiweb - Scritto da Cinzia Debiase Venerdì 17 Dicembre 2010 15:56

La tombola è uno dei simboli del nostro Natale e giocarla con l’aiuto dei bambini la rende qualcosa di speciale.

Una sala convegni colma di spettatori nell’Istituto “Mamma Rosa”, ieri pomeriggio ha accolto “La Tombola degli affetti” organizzata dal maestro Angelo Malena e presentata dalla maestra Angela Rizzi. Con la collaborazione delle insegnanti delle tre Scuole Materne di Turi del C.D. “P. De Donato Giannini”, i piccoli bambini hanno dato sfogo alla loro fantasia portando in scena spettacoli che hanno divertito non solo loro, ma soprattutto i più grandi.

Ad ogni vincita, un bellissimo premio che non ha mancato, spesso, di emozionare e far battere i cuori. Vestiti da angeli, cuori o stelle, i piccoli attori si sono esibiti in danze, recite e canti natalizi che hanno trascinato i presenti nella dolce atmosfera natalizia.

Copiosi gli applausi giunti ai bambini, che non si sono fatti intimorire dalla numerosa presenza degli spettatori, tra i quali, ognuno, riconosceva la propria mamma, papà, nonni e parenti vari. La tombola, un gioco semplice e tradizionale, divenuto emblema dell’amore in famiglia, come tra amici e nell’intera società ha permesso ai piccoli attori di cantare in tanti modi ‘Buon natale’ ed per esprimere la bellezza dello stare insieme, l’augurio di godere serenamente dell’amicizia e del prossimo ed infondere in tutti i cuori la magia che crea il Natale.

La Scuola Materna di Turi non ha mancato comunque di esprimere un pensiero per i ragazzi del Bambarì, in Africa centrale, che l’Associazione turese Umanità Solidale Glocal si sta impegnando per aiutare. L’impegno che l’associazione si è presa, nella persona della sua referente Maria Pia Lenato, è la costruzione di una scuola interamente realizzata con i fondi raccolti dalla popolazione turese. Le componenti dell’associazione, ringraziano il ruolo fondamentale di Don Firminio, intermediario per l’individuazione di questa città bisognosa di aiuti.

Un augurio ai genitori è stato rivolto dal dirigente scolastico, prof. G. Vernì, che ha ringraziato per l’impegno i maestri delle scuole materne turesi e soprattutto i bambini che si sono impegnati a realizzare questo splendido spettacolo. A lui, si è unito anche il saluto del sindaco V. Gigantelli che ha voluto sottolineare l’impegno di completare il palazzetto sportivo per renderlo idoneo ad ospitare manifestazioni non solo sportive, ma anche teatrali. Un luogo di cultura, di spettacolo e di incontro per tutti.

 

 

Settembre 2009 - GASTRONOMIA DELLA GEORGIA - I SAPORI DELLA TRADIZIONE

   

Lettera aperta a "il Paese"

"Che emozione vedere il Kaciapuri"

          

 

 

Notizie Flash

 


In costruzione


Il nostro blog


Iniziative Pubbliche  

 


  Home ] [ Iniziative ] Progetti ] L'Associazione ] Chi siamo ] Link di interesse ] Contatti ]